Ti trovi qui: Home » Avvisi

L’idealismo giuridico da Benedetto Croce a Guido Calogero, appuntamento a Filosofia del Diritto giovedì 4 maggio

Il Dipartimento di Giurisprudenza di Unimore – Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia propone anche in questo anno accademico il Seminario Permanente di Teoria del diritto e Filosofia pratica. L’appuntamento, giunto al XXI ciclo, è divenuto un foro permanente di riflessione e discussione grazie in particolare del gruppo di ricerca giusfilosofica del CRID che vede coinvolti i professori Gianfrancesco Zanetti, Francesco Belvisi e Thomas Casadei di Unimore. 

 

Il tema, che fa da filo conduttore agli incontri di questa edizione, coordinata dalla dott.ssa Serena Vantin, è “Questioni e figure della cultura giuridica italiana tra Otto e Novecento. Uno sguardo dal presente” e coinvolge, come nelle passate edizioni, studiosi italiani e stranieri in dialogo diretto con gli studenti.

 

Il nuovo appuntamento, che si terrà giovedì 4 maggio 2017 alle ore 10.15 presso l’Aula N del Complesso San Geminiano (via San Geminiano, 3) a Modena, sarà dedicato a “ Diritto, logica e dialogo: Benedetto Croce (1866-1952) e Guido Calogero (1904-1986) e i controversi percorsi dell’idealismo giuridico ” e vedrà intervenire il prof. Carlo Nitsch dell’Università Federico II di Napoli ed il prof. Thomas Casadei di Unimore.

L’incontro prenderà spunto dal volume di Carlo Nitsch “Il giudice e la legge: consolidamento e crisi di un paradigma nella cultura giuridica italiana del primo Novecento” (Giuffrè, Milano, 2012) e da un testo di Benedetto Croce da “Riduzione della filosofia del diritto alla filosofia dell’economia [1907]” (Giuffrè, Milano, 2016) di nuovo in circolazione proprio grazie alla cura dello stesso Nitsch.

 

Entro il percorso che il Seminario propone in questo ciclo, dopo figure come Benvenuto Donati Guido Fassò, Giovanni Ambrosetti, Santi Romano – spiega il prof. Gianfrancesco Zanettinon poteva mancare una disamina del pensiero di uno dei più importanti intellettuali della prima metà del Novecento italiano come Benedetto Croce e della peculiare interpretazione dell’esperienza giuridica. Nell’occasione la figura di Croce sarà posta in dialogo con quella di Guido Calogero che, a partire da una riflessione sulla filosofia classica, propose un’interpretazione della figura del giudice e della legge che merita senz’altro di essere riscoperta”.

 

Carlo Nitsch è professore associato di Filosofia del diritto presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. I suoi interessi scientifici si muovono entro molteplici ambiti di ricerca: la riflessione filosofica su temi giuridici di Benedetto Croce e Guido Calogero; gli studi internazionalistici di Hans Kelsen; la sociologia del diritto di Max Weber; le regulae iuris e la logica del ragionamento giuridico.
Tra le sue recenti pubblicazioni, si segnalano: Renato Treves esule in Argentina. Sociologia, filosofia sociale, storia, «Memorie dell’Accademia delle Scienze di Torino, Classe di Scienze Morali, Storiche e Filologiche, Serie V, Vol. 38, fasc. 2» (Torino 2015); Il giudice e la legge. Consolidamento e crisi di un paradigma nella cultura giuridica italiana del primo Novecento, «Biblioteca per la storia del pensiero giuridico moderno, 96» (Milano 2012); Diritto e forza nella comunità degli Stati. Studi su Hans Kelsen e la teoria del diritto internazionale, «Collana del Dipartimento di Diritto romano, Storia e Teoria del diritto ‘F. De Martino’, 33» (Napoli 2012). Ha inoltre curato e introdotto l’edizione critica di B. Croce, Riduzione della filosofia del diritto alla filosofia dell’economia, «Civiltà del diritto, 85» (Milano 2016), e la traduzione italiana di H. Kelsen, Diritto e pace nelle relazioni internazionali. Le Oliver Wendell Holmes Lectures, 1940-41, «Civiltà del diritto, 78» (Milano 2009).

 

 

Per maggiori informazioni e contatti: dott.ssa Serena Vantin: segreteria.crid@unimore.it. 

Categorie: avvisi

Articolo pubblicato da: Ufficio Stampa Unimore - ufficiostampa@unimore.it