Ti trovi qui: Home » Notizie

L'Ordine degli Ingegneri di Modena ha la sua nuova sede al DIEF

Il Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena diventa ufficialmente la nuova ‘casa’ di tutti gli Ingegneri modenesi: dal mese di settembre 2017, infatti, l’Ordine degli Ingegneri di Modena ha trasferito la propria sede all’interno del Campus di Ingegneria di via Vivarelli, consolidando così la collaborazione tra il mondo accademico, quello professionale e il sistema imprenditoriale del territorio attraverso un’esperienza unica nel panorama nazionale. L’iniziativa concretizza quanto richiesto, proprio in questi giorni, dal CNI (Consiglio Nazionale degli Ingegneri) attraverso una lettera inviata al MIUR-Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca nella quale si auspica uno stretto rapporto tra i due mondi come strumento utile ad approfondire in modo organico la relazione tra docenza e professione.

La condivisione di spazi ed attrezzature consentirà uno scambio continuo e costante di idee ed esperienze, grazie al quale sarà possibile trasferire il sapere accademico al mondo delle professioni e viceversa. Dalla collaborazione tra Università ed Ordine professionale, nel rispetto delle rispettive competenze tecnico-scientifiche, potranno scaturire notevoli sinergie finalizzate ad una sempre maggiore formazione e qualificazione sia degli studenti sia dei professionisti iscritti all’Ordine modenese.

Per l’Ordine degli Ingegneri di Modena il trasferimento della sede all’interno del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” significa anche la possibilità di usufruire di nuovi spazi più ampi e funzionali, nei quali tanto le funzioni di segreteria quanto quelle didattico/formative potranno essere svolte con l’ausilio di tutte le moderne infrastrutture tecnologiche (sale per videoconferenze, connessione web a fibra ottica), in una zona ben collegata alla rete viabilistica cittadina, servita dai mezzi pubblici ma anche con ampia disponibilità di parcheggio per i mezzi privati. L’Ordine, inoltre, potrà organizzare seminari, incontri e momenti formativi presso le aule del Dipartimento anche al di fuori dei normali orari di lezione, estendendo così notevolmente l’offerta formativa disponibile per i propri iscritti.

Con grande soddisfazione diamo ufficialmente il benvenuto all’Ordine degli Ingegneri di Modena all’interno dei locali recentemente rinnovati dell’edificio MO27 del DIEF di Unimore – commenta il Rettore Angelo O. Andrisano –. A renderci particolarmente orgogliosi è il fatto che si tratta del primo caso nazionale in cui un ordine professionale stabilisce la propria sede all’interno di una struttura universitaria. Questa operazione rientra nell’ambito della convenzione che Unimore ha sottoscritto a inizio maggio con l’Ordine modenese e permetterà di raggiungere la massima integrazione tra le attività del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” e quelle dell’Ordine degli Ingegneri di Modena, garantendo anche un potenziamento delle attività dell’Automotive Academy Unimore, grazie a uno scambio continuo e costante di idee e professionalità”.

Siamo molto orgogliosi di aver realizzato il progetto di ospitare all’interno del Campus di Ingegneria l’Ordine degli Ingegneri – aggiunge il prof. Alessandro Capra, Direttore del DIEF -. La coabitazione ha importanti valenze culturali e professionali e presenta grandi potenzialità di scambio tra Università ed Ordine ed aumenterà le tante iniziative di collaborazione già realizzate in passato. E’ la prima volta che questa coabitazione viene realizzata a livello nazionale e contiamo di aprire la strada dimostrando l’efficacia di avere l’Ordine nella stessa sede che si occupa di formare i futuri ingegneri”.

Portare la nostra sede all’interno del Dipartimento di Ingegneria – afferma Augusto Gambuzzi, Presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Modena - consentirà di consolidare l’ottimo rapporto sinergico già avviato con l’Università, e di concretizzare iniziative didattiche comuni che, pur mantenendo un elevato contenuto scientifico e di ricerca, avranno anche una forte componente operativa. Un altro importante risultato sarà quello di mettere a disposizione dei nostri iscritti – e, più in generale, del mondo professionale di area tecnica - l’articolata e qualificata struttura di ricerca di cui dispone il Dipartimento di Ingegneria. La sinergia tra mondo accademico e mondo professionale rappresenta l’attuazione concreta della normativa sulla formazione professionale continua così come indicato all’art. n.7 del DPR n. 137/2012, che per noi Ingegneri prescrive un aggiornamento costante delle competenze professionali attraverso corsi estremamente qualificati”.

L’integrazione tra le attività svolte dal Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” e quelle dell’Ordine degli Ingegneri di Modena è resa possibile da un accordo siglato nello scorso mese di maggio, che riguarda gli ambiti della Didattica, della Ricerca applicata e della Terza Missione.

Nello specifico, per quanto riguarda la Didattica la convenzione prevede lo svolgimento, da parte di personale qualificato iscritto all’Ordine, di seminari, conferenze e attività didattiche, a supporto della didattica curriculare ed extracurriculare svolta presso il Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari”. Rientrano nella collaborazione anche i tirocini di studenti del DIEF presso l’Ordine.

Nell’ambito della Ricerca applicata l’obiettivo dell’intesa è quello di permettere lo sviluppo di ricerche e progetti congiunti tra Dipartimento e Ordine (e relativi iscritti), ma anche di attività di trasferimento tecnologico e di co-finanziamento di borse, assegni e dottorati di ricerca per neolaureati.

In un’ottica di Terza Missione l’accordo prevede la preparazione dei candidati agli Esami di Stato per l’abilitazione alla professione di Ingegnere e la realizzazione di corsi di formazione e aggiornamento riservati agli iscritti dell’Ordine, da parte di personale docente e ricercatore del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari”. Saranno previste inoltre iniziative dedicate all’orientamento in ingresso, in uscita e al placement degli studenti dei Corsi di Laurea e dei Corsi di Laurea Magistrale del DIEF.

Articolo pubblicato da: Ufficio Stampa Unimore - ufficiostampa@unimore.it